perlalimentare
Area clienti

Ricette

Pennette al pistacchio e vongole
Il pistacchio (Pistacia vera), è un albero della famiglia delle Anacardiaceae. Può raggiungere un'altezza di ca. 12 metri e un'età di 300 anni. Gli arabi lo introdussero in Occidente. La parola "pistacchio" deriva, attraverso l'arabo (fustuaq), dal persiano (پسته pesteh). Il termine siciliano festuca o frastuca con il quale si indica sia la pianta che il frutto prodotto, deriva direttamente dalla parola araba. Il pistacchio fruttifica in un ciclo biennale, il che, insieme alle variazioni climatiche, causa grandi variazioni nelle rese e nei prezzi. In Italia è una coltivazione di nicchia, rinomati sono i pistacchi di Bronte alle pendici dell'Etna, tutelati dal marchio DOP "Pistacchio Verde di Bronte".
Ingredienti per 4 persone:
500 gr. di pennette, 100 gr. di pesto di pistacchi Campi di Sicilia, 1 spicchio d’aglio, Pepe 1 kg. di cozze o vongole sale e olio (a sufficienza) pecorino o parmigiano grattugiato
Preparazione: Pulire le cozze (o vongole), metterle in una pentola con acqua e sale e far cuocere; quando i mitili si schiudono separare la polpa dal guscio e far soffriggere in una padella con un po' d’olio e l’aglio; a fiamma spenta aggiungere il pesto, mescolate e lasciate riposare qualche minuto. Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per la pasta e, al bollore, salatela, quindi gettatevi le pennette. A cottura ultimata scolare la pasta e condire con la salsa prima ottenuta. Aggiungere un po' di pepe e pecorino o parmigiano a piacere.
Pasta col Pesto alla Trapanese
La pasta con il pesto alla trapanese è un piatto tipico della cucina di Trapani, esteso anche in provincia. È un piatto antico: nel porto di Trapani si fermavano le navi genovesi, provenienti dall'Oriente, che portarono la tradizione del pesto ligure, che fu dai marinai trapanesi elaborato con i prodotti della loro terra, il pomodoro e le mandorle. È una salsa cruda. Gli ingredienti principali sono il basilico, il pomodoro, le mandorle. Gli altri ingredienti della ricetta "classica" sono: l'aglio ("rosso" della frazione trapanese di Nùbia), l'olio extra vergine d'oliva (quello intenso, il Dop delle valli trapanesi), il pecorino (non eccessivamente stagionato) grattugiato e il pepe nero.
Ingredienti per 4 persone:
400 gr di pasta del tipo corto, 1 barattolino di pesto alla trapanese Campi di Siclia, 40 gr. di pan grattato, olio d'oliva, sale, pepe, basilico.
Preparazione: In una padella a parte, fare d'orare il pan grattato. Cuocere la pasta in acqua bollente salata, scolarla e condirla con il pesto. Collocarla nel piatto di portata, cospargerla con il pan grattato e servirla calda.
Anguilla in salsa di capperi
Ingredienti per 4 persone:
1kg di anguilla fresca tagliato a tranci, olio extravergine d’oliva, burro q.b., 1 vasetto di crema di capperi Campi di Sicilia,
Per il court-buillon:
1,350L di acqua, 1,5dL di latte, 2 fette di limone, prive di buccia e semi, 20gr di sale
Preparazione: Come prima cosa preparate il court-buillon, una specie di brodo, in cui poi cuocere il pesce. Mettete tutti gli ingredienti in una pentola e lasciateli cuocere per circa un’ora, facendoli bollire a fuoco lento. Al termine della cottura filtrate il liquido e versatelo in un’altra pentola, accendete il fuoco e riportatelo ad ebollizione. Nel frattempo lavate il pesce e quando il court-buillon sarà in ebollizione mettete a cuocere i tranci di anguilla. Lasciate il pesce cuocia per circa 40 minuti. Fate rosolale a fuoco delicato la crema di capperi e acciughe in una padellina con il burro ed un filo d’olio, mescolate continuamente e dopo 15 minuti di cottura spegnete il fornello. Quando il pesce sarà pronto scolatelo e disponete i tranci nei piatti cospargeteli con la salsa di capperi, aggiungete un filo d’olio e servite ai vostri invitati.
Ravioli di ricotta con crema di carciofi
Ingredienti per 4 persone:
ricotta g 400, farina g 150, 2 uova, 1 vasetto di crema di carciofi Campi di Sicilia, menta fresca, noce moscata, olio d'oliva, sale e pepe, grana padano, prezzemolo
Preparazione: Lavorate la farina con le uova, un cucchiaio d'olio, un pizzico di sale, ottenendo una pasta omogenea ed elastica che lascerete riposare. Intanto, passate la ricotta, raccoglietela in una ciotola e conditela con noce moscata grattugiata, sale, pepe, 3 foglie di menta tritate, un filino d'olio (farcia). Stendete la pasta con la macchinetta e preparate circa 90 ravioli quadrati (cm 4 di lato), farciti di ricotta; lessateli al dente. Unite poi la crema di carciofi con un cucchiaio, mescolate e servite ben caldi con grana e prezzemolo tritato.